Attivita culturali Accesso cataloghi

Biblioteca Giorgio Bassani

PICTA l'illustrazione in mostra

SEGNI SOGNI E MERAVIGLIE
Raccolte bi e tridimensionali tra arte digitale, tradizionale e botanica.

Opere di Marta Besantini
L'inaugurazione si terrà in sala Auditorium Sabato 9 Ottobre alle ore 11.30
Ingresso fino ad esaurimento posti.

La mostra sarà visitabile presso l'area da sabato 9 Ottobre a sabato 30 Ottobre.

Bio Artista

Marta Besantini

Illustratrice e fumettista opera sulla base di esperienze artistiche multidisciplinari maturate a livello nazionale ed internazionale, in ambiti didattici ed esperienze formative rivolte a bambini, adolescenti, studenti, persone disabili o con difficoltà di apprendimento. Nata a Ferrara il 17 giugno 1980 dove ha conseguito la maturità artistica con 100/100, dopo alcuni anni di esperienze professionali nel mondo dello spettacolo d’arte itinerante e dell’artigianato artistico, si trasferisce in Francia dal 2001 al 2013 dove, oltre ad occuparsi dei tre figli, si forma a distanza nel web design, opera nell’ambito della decorazione di interni, mostre e insegnamento presso scuole e associazioni culturali. In Italia, dal 2014, si è formata presso la Scuola di Fumetto Online di Comicout, operato come insegnante, scenografa, illustratrice e fumettista in collaborazione con scuole ed associazioni come Comunità Papà Giovanni XXIII, Città del Ragazzo, teatro Perdavvero, teatro Cosquillas e imprese del territorio come Torrefazione Penazzi.

La ricerca artistica

Negli ultimi anni Marta ha ridotto la sua palette a tre colori principali, il giallo, il rosso e l’azzurro, più il bianco ed il nero. Una scelta stilistica strettamente legata alla sempli cazione del tratto e alla
ricerca di un binario in cui non oltrepassare i limiti, una scelta che ha dato inizio ad un lavoro in continua evoluzione. Un traguardo che è frutto di una massiccia produzione di studi ed elaborati
bi entri dimensionali, di collaborazioni con artisti di varia provenienza geografica. I temi personali sono di inerenti a seconda delle commissioni e dei lavori personali, un invito al
visitatore ad interessarsi più da vicino ad ogni raccolta presente nell’esposizione.

Negli ultimi anni Marta ha ridotto la sua palette a tre colori principali, il giallo, il rosso e l’azzurro, più il bianco ed il nero. Una scelta stilistica strettamente legata alla semplificazione del tratto e alla ricerca di un binario in cui non oltrepassare i limiti, una scelta che ha dato inizio ad un lavoro in continua evoluzione. Un traguardo che è frutto di una massiccia produzione di studi ed elaborati bi entri dimensionali, di collaborazioni con artisti di varia provenienza geografica. I temi personali sono differenti a seconda delle commissioni e dei lavori personali, un invito al visitatore ad interessarsi più da vicino ad ogni raccolta presente nell’esposizione.

La mostra SEGNI, SOGNI E MERAVIGLIE.

Raccolte bi e tridimensionali tra arte digitale, tradizionale e botanica. “I segni” sono la concretezza del pensiero. “I sogni” rappresentano le ispirazioni dell’artista, ciò a cui quest’ultima/o vorrebbe giungere dopo una semplice idea iniziale. Essi rappresentano anche la forza del “tutto è possibile”. “La meraviglia” è la sensazione che si può riuscire a vivere dopo la nascita di cose belle.

L’invitata d’onore

Anna Michaux è maturanda al liceo artistico Dosso Dossi, indirizzo Architettura e Ambiente. Oltre all’arte, si interessa alla natura degli insetti e delle piante fin dall’infanzia e in questa sua prima collaborazione artistica, espone un lavoro di terrari in connessione con il lavoro di Marta. Anna è figlia di Marta.

Pagina aggiornata il 21-09-2021 da Biblioteca Bassani - Pagina visualizzata 61 volte