Attivita culturali Accesso cataloghi

RINVIATO A DATA DA DESTINARSI - Chissą se Miranda verrą

giovedģ 12 novembre 2020 ore 17

Biblioteca Ariostea Via delle Scienze, 17 Ferrara

Presentazione del libro di Roberto Giacometti

Apogeo Editore, 2020
Dialoga con l’autore Nicoletta Zucchini, vicepresidente del Gruppo scrittori ferraresi
Sarà presente l’editore Paolo Spinello
Una lettura che è come un viaggio al finestrino di un treno dove quel che vediamo là fuori è per forza tutto vero o forse no e comunque non lo vedremo mai più. Giacometti abbozza i suoi personaggi partendo da particolari o meglio da indizi di una presenza… una brace di sigaro, una gamba accavallata, un cassetto di biancheria e sempre tanti gatti, che fanno pensare al mao di Corrado Govoni, ai davanzali e ai cortili di paesi sperduti nella campagna… (dalla prefazione di Diego Marani)
Pagine naif, istintive, dirette, ispirate da pulsioni alterne. Storie interrotte sul più bello che lasciano il lettore ai suoi interrogativi, dove la dimensione estetica e surreale prende talvolta il sopravvento sulla costruzione narrativa. Qui si può leggere, volendo, ciò che si immagina, ciò che si sogna e perfino ciò che si teme di dover affrontare, tra cui la banale quotidianità.
Roberto Giacometti, ferrarese, dice che Ferrara sta nel trattino che separa, unendole, l’Emilia dalla Romagna, ossia in un luogo dove si armonizzano le contraddizioni. Ha frequentato un corso di scrittura creativa tenuto da Giuseppe Pontiggia e uno di sceneggiatura con Cesare Bornazzini, documentarista e collaboratore di Pupi Avati. Ha avuto esperienze nei campi della pubblicità, del teatro sperimentale e del cinema. Questo è il suo lavoro narrativo d’esordio.

Pagina aggiornata il 03-12-2019 da admin - Pagina visualizzata 599745 volte