Attivita culturali Accesso cataloghi

RINVIATO A DATA DA DESTINARSI - Darinka. Una staffetta partigiana

giovedì 26 novembre 2020 ore 17

Biblioteca Ariostea Via delle Scienze, 17 Ferrara

Presentazione del libro di Darinka Joijc e Daniele Civolani

Faust Edizioni, collana di storia ‘Historiando’
Ne parlerà con l’autore Antonella Guarnieri, storica e referente del Museo del Risorgimento e della Resistenza di Ferrara
Sarà presente l’editore Fausto Bassini
Ho conosciuto Darinka alla fine degli anni ‘90, alla stazione ferroviaria di Ferrara in occasione del passaggio del Treno della Memoriaricorda Civolani “Poiché sapeva che mi interessavo di memorie dell’ultimo periodo bellico, di prigionia e partigiane, qualche tempo dopo le chiesi se era disposta a raccontarmi la sua storia, cominciammo così a incontrarci a casa sua passando lunghi pomeriggi insieme, fra caffè e grappe artigianali tipiche delle sue terre d’origine. […] Il libro, stampato dalla Tipografia del Comune di Ferrara nel 2007, è ormai esaurito. Lo ristampiamo perché la storia di Darinka sia d’esempio e di monito ancora per molti giovani e per molti anni.

La nuova edizione si fregia della prefazione di Gaetano Sateriale, dell’introduzione di Gian Paolo Borghi e dei contributi di Renata Talassi e della figlia di Darinka, Maria Luisa Guzzinati.
Con un ricco corredo iconografico di immagini d’epoca, rare o inedite.

DARINKA JOIJC è nata a Vrlica, in Dalmazia, nel 1925. Nel 1941 le bande degli ustascia guidati da Ante Pavelic occuparono il villaggio di Slatina, dove la sua famiglia si era trasferita, e il padre fu costretto a nascondersi per non essere ucciso. Darinka e il fratello minore vennero invece presi come ostaggi e imprigionati nel campo di concentramento di Zemun. Nel febbraio del 1942 riuscirono a scappare. Lei entrò nella Resistenza con il ruolo di staffetta; all’inizio del 1944 passò nei gruppi combattenti e divenne infermiera di prima linea in una formazione di militari italiani che si erano uniti alla Resistenza jugoslava. Qui conobbe Mario Guzzinati, carabiniere, comandante della sua formazione, che sposò nel giugno del 1945. Con lui rientrò in Italia e a Ferrara nel luglio dello stesso anno. Darinka ha poi lavorato come infermiera nell’Ospedale Psichiatrico di Ferrara ed è stata sempre impegnata nelle lotte sindacali nelle file della CGIL, nell’UDI e nelle battaglie sociali del Partito Comunista Italiano. Nel dicembre del 2005 è stata nominata Cavaliere della Repubblica dal Presidente Carlo Azeglio Ciampi. Darinka Joijc è morta nel dicembre del 2012.
DANIELE CIVOLANI (Ferrara, 24 marzo 1948) si è laureato in lettere a Bologna nel 1970. Ha insegnato come maestro prima e come docente di lettere e di sostegno nella scuola secondaria di primo grado sino al 1985, quando è diventato preside. Sino al termine della carriera scolastica si è occupato di didattica speciale per l’inclusione di bambini disabili, nomadi e ospedalizzati. Dal 2006 al 2016 è stato presidente della sezione provinciale ferrarese dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia.  Tra le sue pubblicazioni inerenti la memorialistica partigiana e l’ultimo periodo bellico in generale, si ricordano “Sklavin. Storia di un deportato nei campi di lavoro” (2000) e “Una vita dalla guerra al sindacato: William Pavani” (2015). Nel catalogo Faust Edizioni: “Carmen Capatti. Una vita per gli altri” (2019), scritto con Marco Turchi.

Pagina aggiornata il 03-12-2019 da admin - Pagina visualizzata 599750 volte