Attivita culturali Accesso cataloghi

L’ingegneria medica e la figura dell'ingegnere clinico

Martedì 9 aprile 2024, ore 17

Biblioteca Ariostea Via delle Scienze, 17 Ferrara

Conferenza di Edoardo Artioli (Università di Modena e Reggio)

L’intervento presenta i lineamenti essenziali dei corsi di laurea in Ingegneria Biomedica in Italia e della formazione dell’ingegnere biomedico, figura tecnico-professionale tipicamente vocata a svolgere la funzione di ingegnere clinico nel contesto delle aziende sanitarie. La diffusione negli ospedali di un numero crescente di apparecchiature biomediche e di tecnologie "avanzate" per la diagnosi e la terapia ha radicalmente modificato, negli ultimi anni, l'approccio alla cura e alla salute della persona. Un ospedale moderno si presenta, infatti, come un contenitore di tecnologie, la cui progettazione, razionalizzazione ed utilizzo in sicurezza sono gestite da personale tecnico appositamente formato e altamente qualificato.
La conferenza intende delineare, in un quadro aggiornato alla scala nazionale, la figura dell’ingegnere clinico, il contesto normativo in cui opera e gli ambiti di ricerca e sviluppo in cui lavora. Una sinergia tra ingegnere e medico che ha l’obiettivo di fornire metodi e strumenti in grado di assistere le equipe ospedaliere nella cura dei pazienti.

Edoardo Artioli, ferrarese, Laurea in Ingegneria Civile indirizzo Strutture presso Università di Bologna, dove ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Meccanica delle Strutture. Si è formato scientificamente come PhD e post-doctoral student su tematiche avanzate di Meccanica Computazionale dei materiali e delle strutture presso il Dipartimento di Meccanica delle Strutture dell’Università di Pavia e ha svolto molteplici periodi come visiting scholar e poi come visiting professor presso il Civil & Environmental Engineering Department dell’Università della California – Berkeley. Ha trascorso periodi di ricerca in collaborazione presso Università straniere quali Leibniz Universitaat di Hannover, Washington University in St. Louis, Università del Chile in Santiago.
I suoi interessi di ricerca riguardano principalmente tematiche inerenti la Meccanica dei materiali innovativi e delle strutture intelligenti, con riferimento ad applicazioni in ambito biomeccanico e biomedicale.
È professore di Scienza delle Costruzioni presso il Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” dell’Università di Modena e Reggio Emilia dove insegna Scienza delle Costruzioni e Meccanica Computazionale nei corsi di Studio di Ingegneria Civile ed Ambientale; è titolare dell’insegnamento Meccanica dei Sistemi Biologici nel corso di Laurea Magistrale di recentissima attivazione Bioingegneria per l'innovazione in Medicina che vede quali sedi consorziate Modena e Reggio/Verona/Trento.
 
Per il ciclo “I colori della conoscenza. Linguaggi, Arti e Scienze”, a cura dell’Istituto Gramsci di Ferrara
Gli incontri hanno valore legale di corso di formazione-aggiornamento ai sensi del DM prot. n. 802 del 19/6/2001, DM prot. n. 10962 dell'8/6/2005. Ai docenti iscritti verrà rilasciato attestato di frequenza e agli studenti iscritti attestato per accedere al credito formativo (info: gramsciferrara@gmail.com)
Scarica locandina incontri gennaio-maggio: colori_della_conoscenza.pdf

Pagina aggiornata il 03-12-2019 da admin - Pagina visualizzata 1328758 volte