Attivita culturali Accesso cataloghi

Biblioteca Ariostea

Rassegna “Dove abitano le parole 2017”
Venerdì 26 maggio 2017 ore 20,30

Ariosto, Boiardo, Tasso
 Rassegna “Dove abitano le parole 2017”
Venerdì 26 maggio 2017 ore 20,30
Palazzo Paradiso, Biblioteca Comunale Ariostea
Sale Agnelli e Ariosto
(Via Scienze 17, 44121 Ferrara)
 
Inaugurazione mostra e lettura recitata
 
Titolo
Boiardo, Ariosto, Tasso
La voce delle “tre corone estensi” dai poemi cavallereschi
Esposizione di manoscritti e antiche edizioni dalle collezioni della Biblioteca Comunale Ariostea di Ferrara e letture tratte da Boiardo, Ariosto, Tasso
 
Programma
Ore 20,30
Saluti del Vicesindaco Massimo Maisto, del Dirigente del Servizio Biblioteche e Archivi Enrico Spinelli e della presidente dell’Associazione Olimpia Morata Francesca Mariotti.
 
Ore 20,45
Introduzione musicale con Simone Montanari e il suo violoncello.
Letture e recitazione di Ruben Garbellini e Cinzia Vaccari tratte dai poemi cavallereschi di Matteo Maria Boiardo, Ludovico Ariosto e Torquato Tasso.
 
Ore 21,45
Presentazione della mostra “Boiardo, Ariosto, Tasso. La voce delle ‘tre corone estensi’ dai poemi cavallereschi. Esposizione di manoscritti e antiche edizioni dalle collezioni della Biblioteca Comunale Ariostea di Ferrara”, a cura di Mirna Bonazza e Angela Ammirati.
 
 
L’attenzione è rivolta a Ludovico Ariosto, al suo poema, l’Orlando furioso, e ai poeti della tradizione cavalleresca alla corte Estense. Prima di Ariosto, Boiardo il cui Orlando Innamorato, che univa elementi del ciclo carolingio e della materia di Bretagna, raccolse il plauso del duca Ercole I; dopo Ariosto, Tasso con la Gerusalemme liberata, che dedicò ad Alfonso II, e poi la Gerusalemme conquistata al cardinale Cinzio Aldobrandini. Ma anche altri precedenti della letteratura cavalleresca in volgare che la Biblioteca degli Este prediligeva e accoglieva come la Spagna o Imprese di Carlo Magno, poema cavalleresco in ottave, di 34 canti, scritto in lingua volgare in un codice miniato della metà del Quattrocento appartenuto a Borso d’Este ora conservato alla Biblioteca Ariostea. Altre le opere quali: Guerino il Meschino di Andrea Mangiabotti da Barberino, nell’edizione Venezia, Cristoforo Pensi, 11 IX 1493; l’Aspramonte in una rarissima edizione veneziana stampata da Agostino Bindoni nel 1547.
 
Letture e recitazione, a cura dell’Associazione culturale “Olimpia Morata” di Ferrara presso la Biblioteca Ariostea. L’Associazione propone un incontro in cui i tre grandi poeti avranno modo di esser ascoltati in una visione comparata e consequenziale. Gli interpreti - Ruben Garbellini e Cinzia Vaccari – applicheranno la formula delle “lezioni – letture”, nella quale un’introduzione precede la lettura vera e propria.
 
Per informazioni rivolgersi al Servizio Biblioteche e Archivi del Comune di Ferrara (0532 418212 archibiblio@edu.comune.fe.it) e all’Associazione Olimpia Morata https://associazioneolimpiamorata.jimdo.com/



 
Pagina aggiornata il 22-05-2017 da Biblioteca Ariostea - Pagina visualizzata 872 volte