Attivita culturali Accesso cataloghi

Leggende furiose

venerdì 12 febbraio ore 17

Biblioteca Ariostea - Sala Agnelli Via delle Scienze, 17 Ferrara

Come i paladini dell’Ariosto hanno segnato alcuni paesaggi italiani. Un viaggio nella topofilia e nella tradizione orale della Penisola

Il Presente Remoto 2016 – VII edizione
Ciclo di conversazioni etno-antropologiche
Leggende furiose
Come i paladini dell’Ariosto hanno segnato alcuni paesaggi italiani. Un viaggio nella topofilia e nella tradizione orale della Penisola
Conversazione di Roberto Roda
Riprendono le attività de IL PRESENTE REMOTO. Giunto alla VII edizione, questo apprezzato ciclo di conversazioni etno-antropologiche pensate da Roberto Roda del Centro Etnografico Ferrarese, sarà quest’anno tutto dedicato alla fortuna popolare dell’Orlando Furioso di cui si celebrano i 500 anni (1516-2016). In attesa del programma definitivo che verrà licenziato a breve ecco una anticipazione con la prima conversazione.
Quando Ariosto pubblicò il Furioso nel 1516, Orlando e i Paladini di Francia erano già da lungo tempo eroi di straordinaria popolarità: nei secoli precedenti, l’epica carolingia aveva segnato la letteratura; nelle piazze e nei mercati i guerrieri di Carlo, capeggiati da Orlando, erano assoluti protagonisti delle narrazioni orali dei contastorie. Varie località italiane si nobilitavano, nel Medioevo, vantando il passaggio di Carlo Magno, Orlando e compagni e mostravano i segni che le loro mirabolanti, quanto fantasiose, imprese avevano impresso nel paesaggio. Attraverso le vie di circolazione della stampa, il “Furioso” entrò poi, prepotentemente, a far parte della cultura folklorica della Penisola: le vicende ariostesche interagirono con i racconti leggendari preesistenti, modificandoli o dando la stura a nuove affabulazioni che, pure, hanno trovato proiezione nell’oralità e nei paesaggi della Penisola. La conversazione di Roberto Roda guiderà i presenti in un’escursione fra luoghi, incantevoli e poco conosciuti dove Orlando, nelle fantasie popolari, ha cavalcato cavalli alati e ippogrifi, combattuto mostri, manifestato le sue furie e la sua follia …
A cura del Centro Etnografico Ferrarese

Pagina aggiornata il 03-12-2019 da admin - Pagina visualizzata 836069 volte