Attivita culturali Accesso cataloghi

AUGURI, AMATO POETA E SCRITTORE!

Martedì 11 Ottobre ore 16,30

Biblioteca Ariostea - Sala Agnelli Via delle Scienze, 17 Ferrara

Ferrara festeggia i settant’anni di Roberto Pazzi

Coordina Dalia Bighinati
Intervengono Gerardo Passannante, Alfredo Luzi, Serena Piozzi, Paolo Vanelli, Ranieri Varese, Matteo Bianchi, Sandra Vergamini e Anna Maria Quarzi
Saluti del vicesindaco di Ferrara Massimo Maisto
La città di Ferrara e gli allievi della Scuola di scrittura creativa “Itaca” festeggiano il 70° compleanno di Roberto Pazzi attraverso i ricordi e l’interpretazione delle opere dello scrittore, poeta e giornalista ferrarese.
Sono morto da più di vent’anni,ma ancora non so staccarmi dalla mia città. Bella com’è, i forestieri m’invidiavano sempre di viverci e io non avevo forza di deluderli. Che ne sapevo di come si vivesse altrove? Avrei dovuto andarmene, spezzare la catena che mi legava a questo centro di pianura, sprofondato in una depressione non solo geografica”. (Le città del Dottor Malaguti, Roberto Pazzi, Corbo Editore)
Roberto Pazzi è nato ad Ameglia (Sp) nel 1946 e vive a Ferrara. Laureatosi in lettere classiche a Bologna, con Luciano Anceschi, ha insegnato nella scuola superiore e nell’università a Ferrara e a Urbino. Tradotto in ventisei lingue, è considerato tra i più originali e visionari scrittori italiani. Vincitore di importanti riconoscimenti tra i quali: Grinzane Cavour, Montale, Selezione Campiello, Procida, Bergamo, Hemingway, Castiglioncello e finalista al Premio Strega. Attualmente, dopo dodici anni di collaborazione esclusiva al Corriere della Sera, scrive in Italia sulle pagine culturali di diversi quotidiani italiani fra i quali Il Resto del Carlino, La Nazione e Il Giorno e all’estero su The New York Times.

Pagina aggiornata il 03-12-2019 da admin - Pagina visualizzata 834764 volte