Attivita culturali Accesso cataloghi

Dalla comunicazione agli inganni per la mente

martedì 17 aprile 2018 ore 17

Biblioteca Ariostea Via delle Scienze, 17 Ferrara
Sala Agnelli

Conferenza di Paolo Frignani

L’epoca in cui stiamo vivendo può, più di ogni altra cosa, essere definita come quella della comunicazione: se ne parla continuamente, la si reclama, ci si aspettano cose meravigliose, e il solo sentimento di incomunicabilità ci perseguita e ci terrorizza. Dopo un breve excursus su quella che possiamo definire come comunicazione intrapsichica purtroppo poco analizzata dagli studi sulla comunicazione interpersonale e quindi senza grande presa di coscienza da parte dell’utente, passeremo alla comunicazione mass mediale limitandola all’influenza sociale intesa come modalità di base per orientare e dirigere in modo reciproco il sistema di credenze positive e negative, dei desideri, degli atteggiamenti, degli scopi e dei processi decisionali dei membri di un gruppo. Senza la pretesa di essere esaustivi  si cercherà, seppur brevemente, di dare risposta a domande come:
- Quali sono le variabili suscettibili di persuadere?
- Quali sono i meccanismi o le circostanze per cui un pubblico si lascia influenzare dall’apparenza e dal modo, più che dai contenuti di un discorso?
- Quali sono i modelli che rendono conto della dinamica persuasiva?
- Cos’è la persuasione subliminale
Tutto ciò ci permetterà di capire meglio come I mezzi di comunicazione di massa siano i più potenti strumenti utilizzati per manipolare la collettività. Essi formano e plasmano le opinioni e gli atteggiamenti, e spesso definiscono ciò che è normale e accettabile.
Paolo Frignani. Ferrarese trasferitosi a Ginevra (Svizzera) all'età di 20 anni, ha intrapreso, dopo laurea e dottorato presso l'Università di Ginevra, una carriera nel campo della comunicazione. Prima come giornalista, corrispondente presso l'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) dal 1968 al 1972, poi come docente di Psicologia della Comunicazione Mediatizzata presso la Facoltà di Psicologia e Scienze dell'Educazione della stessa Università di Ginevra. Rientrato in Italia è stato Professore ordinario di Pedagogia sperimentale e Tecnologie dell'Istruzione e dell'Apprendimento e docente di Psicologia della Comunicazione presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Ferrara; Presidente del corso di laurea in "Tecnologo della comunicazione audiovisiva e multimediale", oggi in quiescenza continua ad occuparsi, come consulente, di iniziative Scientifiche per la comunicazione, l'informazione e l'aggiornamento, soprattutto in campo medico.
A cura dell’Accademia delle Scienze di Ferrara

17-04-2018

Pagina aggiornata il 28-07-2016 da admin - Pagina visualizzata 254352 volte