Lista delle sezioni presenti in questa pagina:

Biblioteche e archivi

Biblioteca Comunale Ariostea


 

salta il menu di servizio e vai al motore di ricerca
 

salta il motore di ricerca e vai al menu dei servizi
Biblioteca Comunale Ariostea
 

sei in: Home page > Lista biblioteche > Biblioteca Comunale Ariostea
salta i contenuti e vai al sommario
Biblioteca Comunale Ariostea
Via Scienze, 17 - 44121 Ferrara - tel. 0532 418200; fax 0532 204296

                  Mostra in Sala Ariosto
           Visitabile fino al 21 Febbraio 2015

 FERRARA 1915-1918. UNO SGUARDO AL CIELO
 L’aeroscalo Dirigibili di Ferrara nella Grande Guerra
Per ulteriori informazioni visita  Link a siti e mostre

» lunedì 24 novembre ore 15 e martedì 25 novembre ore 9,15 - CONVEGNO FILOLOGIA ROMANZA
IL GIARDINO E LA ROSA - FRANCO SCATAGLINI OGGI
Il convegno intende riaccendere l'attenzione su uno dei maggiori poeti del XX secolo, Franco Scataglini. La sua lingua poetica, plasmata come un anconetano illustre, resta un unicum nel panorama dei cosiddetti poeti neo-volgari. Le sue raccolte poetiche e la sua incantevole traduzione del “Roman de la Rose”, prefata da Cesare Segre, saranno al centro degli studi dei più grandi filologi romanzi, di poeti e di critici letterari. La rosa e il giardino sono gli emblemi dell’ultima stagione poetica di Franco Scataglini: il poetà beante, come lui diceva, e il respiro epico come forma di redenzione. Ripensare oggi a questi emblemi, a vent’anni dalla morte del poeta, risalire lungo il sogno della ricomposizione e della ‘residenza’, e lungo il sogno (il fatto) di una lingua “popolare” ancora capace di associare, in forza delle sue radici romanze, duecentesche e dantesche, alto e basso della lingua e del reale, spiritualità e corporalità, è il compito che questa giornata di studi si assume.
Programma del 24 novembre: Monica Longobardi: Franco Scataglini - un poeta romanzo; Rosellina Massi Scataglini: Per me vita e scrittura; Stefano Meldolesi: “Esplumeor” Franco Scataglini, un video ritratto; Roberto Antonelli: Franco Scataglini e il canone lirico novecentesco; Antonio Prete. Tra le lingue - corpo, memoria, ritmo
Programma del 25 novembre: Stefano Meldolesi, Franco Scataglini: frammenti della lettura teatrale de “La Rosa” (Festival Inteatro Polverigi 1993); Tiziana Mattioli, Olimpo da Sassoferrato: sinopie di una antologia; Luca Cesari, Traduzione poetica e traduzione di “risonanza” dal punto di vista di un poeta e di un critico lettore; Paolo Canettieri, Franco Scataglini: l'edizione dell'opera omnia; Pietro G. Beltrami, Scataglini e Guillaume de Lorris; Maria Luisa Meneghetti, Conclusioni
A cura della Cattedra di Filologia Romanza dell'Università di Ferrara e della Cattedra di Letteratura italiana dell'Università di Urbino


 
» martedì 25 novembre ore 16 - GARDEN CLUB FERRARA
ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA -
L' ordine del giorno dell' Assemblea Generale Ordinaria del Garden Club di Ferrara prevede la relazione della Presidente (Giulia Vullo) e il rendiconto economico della Tesoriera (Claudia Pavanelli). Sui programmi futuri interverrà Giovanna Mattioli su "Giardini al cinema" e sui documentari di giardini che verranno proposti presso l' Auditorium della Biblioteca Bassani. Paola Roncarati, portavoce del Gruppo Attività Culturali, illustrerà i programmi di "Letture in Giardino". Carla Valentini parlerà delle attività della Scuola di Arte Floreale e Serena Traniello illustrerà l' operato e i programmi delle "Amiche delle rose" (Gruppo di giardiniere volontarie attive nel giardino della Palazzina di Marfisa e del Parco Pareschi).
Spazio sarà anche riservato agli interventi e ai suggerimenti dei soci.


 
» mercoledì 26 novembre ore 17 - CONFERENZA
Maria Teresa Borgato - A 450 ANNI DALLA NASCITA DI GALILEO GALILEI: RIFLESSIONI SU GALILEO, I GESUITI E LA CADUTA DEI GRAVI
La verifica diretta della legge di caduta libera dei gravi di Galilei fu realizzata per la prima volta dal gesuita ferrarese Giambattista Riccioli, con l’aiuto dei suoi confratelli, a Bologna negli anni tra il 1645 e il 1650. Questo fatto è emblematico della contraddizione cui gli stessi gesuiti erano sottoposti, dibattuti tra libera ricerca e fedeltà all’ortodossia. La legge galileiana presentava diversi punti di discussione (indipendenza della velocità dal peso, difformità del moto, legge dei numeri dispari…) che entravano in conflitto con la tradizione aristotelica. Ripercorreremo alcune tappe di questa problematica, che è stata centrale nel rinnovamento della filosofia naturale, e strettamente collegata a molte altre questioni fisiche e cosmologiche.
A cura dell’Accademia delle Scienze di Ferrara


 
» giovedì 27 novembre ore 17 - ITALIANI BRAVA GENTE RILEGGERE IL CARATTERE DEGLI ITALIANI
Stefano Prandi, Università di Berna - ENNIO FLAIANO E LA TRADIZIONE LETTERARIA DELLA DESCRIZIONE DEL "CARATTERE NAZIONALE"
Introduce e coordina Gianni Venturi
La fama di Ennio Flaiano si lega più al suo rapporto col cinema e alla sua vena di ideatore di battute e motti arguti (tanto che i dizionari registrano la voce flaianite) che alla sua vera vocazione, quella, per parafrasare il titolo di un celebre volume, del satiro, cioè dello scrittore che sa coniugare un implacabile sguardo critico a una profonda comprensione e partecipazione rispetto all’ottetto del suo giudizio. Il campo privilegiato di quest'analisi, a volte feroce, a volte divertita, è l'Italia e il carattere degli Italiani. In questo suo approccio, Flaiano non fa che porsi come geniale epigono di una lunga tradizione letteraria che vede il suo momento più significativo nel “Discorso sopra lo stato presente dei costumi degl'Italiani” di Giacomo Leopardi.
La conferenza illustrerà alcune delle linee di continuità che legano Flaiano alla riflessione sette-ottocentecentesca, non tanto per mostrare una dipendenza diretta del moderno autore da presunte "fonti", quanto per delineare un breve profilo dell'autorappresentazione di sé che la riflessione letteraria permette al popolo italiano nel percorso della sua tormentata storia.
A cura di Istituto Gramsci di Ferrara e Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara


 
» venerdì 28 novembre ore 17 - IL PRESENTE REMOTO 2014
LE INSEGNE E LE VETRINE DEI NEGOZI DALLA TRADIZIONE AI NUOVI MEDIA - Antropologia della comunicazione commerciale urbana
Conversazione a cura di Roberto Roda, Centro Etnografico Ferrarese
Negli anni Ottanta, il Centro Etnografico Ferrarese fu pioniere negli studi sulla comunicazione commerciale, facendo conoscere in Italia il lavoro di Gual e Mulet sulle botteghe tradizionali di Palma di Maiorca, lavoro basilare per comprendere la logica delle vetrine e delle insegne nelle società pre-globalizzazione: uno studio catalano ma applicabile metodologicamente anche alla situazione italiana. Negli anni successivi il Centro Etnografico ha continuato a censire le sopravvivenze della tradizione, documentando anche il sorgere di nuovi fenomeni (dalle vetrine viventi e quelle multi mediatiche).
La conversazione propone un viaggio nel tempo, dai primi anni del Novecento sino ad oggi, per capire come si sia trasformata la comunicazione commerciale urbana sotto l’incalzare delle nuove tecnologie.


 
 







Attività culturali novembre 2014



Attività culturali Novembre 2014 in formato pieghevole
archibiblio novembre 2014.pdf


Attività culturali Novembre 2014 in formato A4
programma attività novembre 2014_2.pdf







Numero visite dal 1 maggio 2005: 194423
» Pagina modificata il: 14-11-2014
 

 

 
torna al sommario

Città di Ferrara


 
torna al sommario

codice XHTML 1.0 valido!codice XHTML 1.0 valido! icona livello di conformità AA, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 - livello di conformità AA, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0