Lista delle sezioni presenti in questa pagina:

Biblioteche e archivi

Biblioteca Comunale Ariostea


 

salta il menu di servizio e vai al motore di ricerca
 

salta il motore di ricerca e vai al menu dei servizi
Biblioteca Comunale Ariostea
 

sei in: Home page > Lista biblioteche > Biblioteca Comunale Ariostea
salta i contenuti e vai al sommario
Biblioteca Comunale Ariostea
Via Scienze, 17 - 44121 Ferrara - tel. 0532 418200; fax 0532 204296

 

» mercoledì 1 ottobre ore 17 - CONFERENZA
GIACOMO PUCCINI - Nel Novantesimo della scomparsa (1924-2014)
A cura di Franchino Falsetti, critico d’arte e musicologo
Giacomo Puccini, raffinato cantore della semplice quotidianità, delle piccole storie di innamorati, di una popolare sensualità dai melanconici risvolti sentimentali. E ancora, un sensibile e contemporaneo artista nel verismo dell’esaltazione di un piccolo mondo d’innamorati: dalla “Manon” alla “Butterfly”, dalla “Bohème” alla “Tosca”, ove si specchiano le sue idealità liriche.
La personalità artistica di Puccini, ancora oggi, a novant’anni dalla sua morte, rimane oggetto di controversi giudizi critici, aldilà delle passionali emozioni e della popolarità delle intramontabili “recondite armonie”.
La figura eclettica di Puccini non può essere presentata secondo accademismi o rigorose valutazioni stilistiche, guardando, esclusivamente, al passato. E’ opportuno invece, per apprezzare la sua genialità e l’innovazione creativa, anticipatrice di quello che sarà un radicale cambiamento del “sentire” e “vivere” la musica, poter indagare i rapporti che l'artista coltivò, con istintiva curiosità e versatilità, con le diverse culture musicali e teatrali del suo tempo. (F.F.)


 
» giovedì 2 ottobre ore 17 - ITALIANI BRAVA GENTE RILEGGERE IL CARATTERE DEGLI ITALIANI
Claudio Cazzola - CARLO EMILIO GADDA. “LA COGNIZIONE DEL DOLORE”
“In una Brianza travestita da Sud America, il ‘giallo’ che ha imposto Gadda tra i valori della letteratura mondiale".
Tale la sentenza di cassazione che campeggia in prima di copertina presso la seconda edizione einaudiana (1970) della “Cognizione del dolore”. Eppure, a chi si avventuri in una rilettura inesausta dei tratti che la compongono, l'opera si sottrae regolarmente a ogni classificazione: la sua stessa struttura per frammenti, unita all'assenza di una conclusione convenzionalmente intesa, è spia di quella polifonia tanto riuscita quanto complessa da unificare in un unico discorso critico.
Non resta che affidare il nostro orecchio al vento della parola gaddiana, per una navigazione mai uguale a quella precedente. (C.C.)
A cura di Istituto Gramsci di Ferrara e Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara


 
» venerdì 3 ottobre ore 15,30 - FESTIVAL INTERNAZIONALE 2014 LIBRI
Marino Sinibaldi - UN MILLIMETRO IN LÀ
Intervista sulla cultura con Giuliano Milani
“Quella parte di vita che puoi cambiare, quel pezzo magari piccolo di destino che puoi spostare: la cultura è la condizione necessaria per autodeterminare la propria vita e per liberarla. Ma cosa accade quando tecnologie, linguaggi, modalità di creazione e di trasmissione cambiano così rapidamente e in profondità? Emergeranno forme di produzione e comunicazione della conoscenza e delle emozioni del tutto nuove. Dovremo avere un pensiero il più lungo e il più largo possibile. Lungo nel tempo, verso il futuro, e largo nello spazio, nell’apertura alle differenze e alle alterità”.
Marino Sinibaldi, giornalista, direttore di Rai Radio3. In Rai ha condotto le trasmissioni “Fine secolo”, “Lampi”, “Senza rete”, “Supergiovani” e “Tema”. È stato vicedirettore del Gr3 e ideatore e conduttore della trasmissione “Fahrenheit” su Rai Radio3. Dal gennaio 2014 è presidente del Teatro di Roma.
Giuliano Milani, insegna Storia Medievale alla Sapienza Università di Roma. Ha scritto “I comuni italiani” (Laterza 2009)


 
» venerdì 3 ottobre ore 17 - FESTIVAL INTERNAZIONALE 2014 CULTURA
TUTTO QUELLO CHE VORRESTE SAPERE SULLA LINGUA E CULTURA IN ITALIA E NON AVETE MAI OSATO CHIEDERE - Francesco Erbani conversa con Tullio De Mauro
Francesco Erbani, giornalista e scrittore, è caposervizio delle pagine culturali del quotidiano la Repubblica. Nel 2003 ha vinto il premio di Giornalismo Civile e nel 2006 il premio Antonio Cederna. È stato curatore del Città Territorio Festival di Ferrara. È autore di “L’Italia maltrattata”, del libro-intervista con Tullio De Mauro “La cultura degli italiani”, de “Il disastro. L’Aquila dopo il terremoto: le scelte e le colpe” e di “Roma. Il tramonto della città pubblica”.
Tullio De Mauro, linguista, dal 2007 è professore emerito della facoltà di Scienze Umanistiche dell‘Università di Roma La Sapienza. Ha pubblicato saggi e libri sulla sintassi comparativa indoeuropea, sulla semantica storica e la lessicologia, sulla linguistica statistica, sulla semiotica e la teoria del linguaggio. È stato ministro della Pubblica Istruzione dal 2001 al 2002. Il suo libro più recente è “La lingua batte dove il dente duole” (Laterza 2013), scritto con Andrea Camilleri. Cura una rubrica settimanale su Internazionale.


 
» sabato 4 ottobre ore 11 - FESTIVAL INTERNAZIONALE 2014
PRIMO PIANO
DA ILARIA ALPI ALLA TERRA DEI FUOCHI - I traffici di rifiuti in Italia e nel mondo vent’anni dopo l’omicidio di Ilaria Alpi
Con Amalia De Simone, Radio Siani; Andrea Palladino, Il Fatto quotidiano; Emanuele Piano, giornalista e regista
Introduce e modera Annalisa Camilli, redazione Internazionale
Il ricordo di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin è il simbolo della gravità e della complessità del problema, delle connessioni e delle connivenze, nazionali e internazionali, che provocano morte e malattie: nella “terra dei Fuochi” e in tutte le realtà dove l’ambiente viene avvelenato.
A seguire proiezione di Toxic Somalia, di Paul Moreira (Francia 2011, 52')
In collaborazione con Associazione “Ilaria Alpi”


 
» sabato 4 ottobre ore 16,30 - FESTIVAL INTERNAZIONALE 2014
LIBRI
Cinzia Scaffidi - MANGIA COME PARLI
Come è cambiato il vocabolario del cibo
con Tullio De Mauro, linguista
Modera Valerio Borgianelli Spina, Slow Food
Cosa intendevano i nostri nonni quando, a proposito di cibo, dicevano “naturale”, “pulito”, “sicuro”? E cosa intendiamo noi oggi, dopo 50 anni di mercato, industria alimentare e comunicazione pubblicitaria? Una rassegna di parole chiave nel discorso gastronomico che usiamo quotidianamente e che, spesso, si sono trasformate profondamente, fino a sfiorare i loro contrari.
Cinzia Scaffidi è direttore Centro Studi Slow Food e responsabile delle Relazioni Internazionali dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e Colorno, laureata in filosofia. Tra i suoi ultimi lavori si ricordano “Guarda che mare”, scritto insieme al biologo marino Silvio Greco sull’attuale situazione ambientale del mare e “Sementi e diritti”, un confronto tra agricoltura tradizionale e agricoltura industriale scritto insieme a Stefano Masini. Ha operato nell’area della cooperazione internazionale e dal 2004 è tra i coordinatori del meeting Terra Madre.


 
 







Ottobre 2014



Attività culturali Ottobre 2014 in formato pieghevole
archibiblio ottobre 2014.pdf


Attività culturali Ottobre 2014 in formato A4
archibiblio_ottobre_2014_a4.pdf







Numero visite dal 1 maggio 2005: 190896
» Pagina modificata il: 27-09-2014
 

 

 
torna al sommario

Città di Ferrara


 
torna al sommario

codice XHTML 1.0 valido!codice XHTML 1.0 valido! icona livello di conformità AA, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 - livello di conformità AA, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0